NEWS

Atti di pirateria informatica con il nome di Studio Legale Graverini

In questi giorni si stanno verificando diversi GRAVI atti di Pirateria informatica, che hanno coinvolto diversi Studi Legali sul Territorio italiano, tra i quali anche lo Studio Legale de Lalla.

Ignoti stanno sfruttando a loro insaputa nomi e riferimenti dei siti internet, di noti Studi Legali, per realizzare pubblicità al fantomatico ed inesistente “Studio Legale Graverini”.

Attenzione: Si tratta di una truffa e si invita a prestare la massima attenzione ad ogni comunicazione scritta e telematica che dovesse giungere su carta intestata a nome “Studio Legale Graverini”.

Si tratta per lo più di solleciti di pagamento per somme modeste, ad esempio abbonamenti a Operatori Telefonici, oppure TV Satellitari, con l’indicazione di un Iban per effettuare il versamento.

Il nostro Studio Legale ha già provveduto a denunciare l’accaduto alla Polizia Postale di Milano.

Se avete ricevuto comunicazioni e/o solleciti, non esitate aa contattarci per eventuale supporto.

AGGIORNAMENTI AL 12 GIUGNO 2012

Occorre precisare che l’atto di pirateria informatica come sopra specificato effettivamente compiuto in danno dello Studio Legale de Lalla, è potenzialmente lesivo anche della posizione, dell’immagine e degli interessi di altri professionisti omonimi dello pesudonimo utilizzato da coloro che hanno inviato i falsi solleciti.

Invero, lo “Studio Legale Graverini” firmatario dei falsi solleciti (nella cui carta intestata non compare nè una utenza telefonica nè un indirizzo ma solo una casella postale) è effettivamente inesistente; mentre, al contrario, sono presenti sul territorio nazionale  dei difensori e degli Studi Legali di nome Graverini (benchè il sito del Consiglio Nazionale Forense ne indichi uno solo sito in Roma) – estranei alla condotta delittuosa denunciata su questo sito (sia in relazione agli di pirateria informatica sia in relazione ai falsi solleciti – che vedono la loro attività professionale potenzialmente gravemente lesa da coloro che operano illecitamente e che, di fatto, si sono appropriati della loro identità (commerciale).

Tale giusta precisazione è da parte nostra doverosa a seguito della esplicita richiesta dell’Avv. Enrica Graverini del Foro di Roma la quale ci ha contattato pregandoci di specificare che nè la news pubblicata sul presente sito nè la denuncia già inoltrata alla polizia postale di Milano sono state iniziative rivolte specificatamente nei suoi confronti e/o in quelli della sua attività professionale.

Ovviamente tale precisazione è doverosa e si specifica che il sottoscritto difensore non è a conoscenza di alcun elemento che colleghi minimamente la professionista del Foro di Roma di cui sopra ai solleciti inviati con la sola indicazione della casella postale a firma “Studio Legale Graverini”.

AGGIORNAMENTO AL 10 OTTOBRE 2012

Negli ultimi mesi il fenomeno dell’invio dei solleciti a firma dello Studio Legale Graverini (solleciti ove compare il riferimento di una casella postale e che non riportano i numeri telefonici e l’indirizzo del mittente e che, sovente, giungono singolarmente per posta ordinaria anzichè per raccomandata) non è diminuito.

Anzi: ad intervalli regolari tali solleciti vengono ricevuti da plurimi cittadini residenti su tutta la penisola.

Molto spesso – letta la presente aggiornata News – i destinatari contattano questo Studio per avere maggiorni informazioni.

E’ opportuno, quindi, segnalare che questo Studio NON PROMUOVE NESSUNA AZIONE “COLLETTIVA” NEI CONFRONTI DEGLI IGNOTI AUTORI DEI SOLLECITI DI CUI SOPRA e che le informazioni in possesso di questo Studio – vittima a sua volta di un atto di pirateria informatica a nome dello “Studio legale Graverini” – si limitano a quanto riportato in questa news.

Non è prevista e possibile, pertanto, alcuna atività di consulenza legale o assistenza stragiudiziale in merito alla vicenda.

SI INVITANO TUTTI COLORO CHE DOVESSERO RICEVERE IL SOLLECITO DI CUI SI TRATTA A NON CONTATTARE QUESTO STUDIO LEGALE per avere maggiori informazioni o indicazioni poichè, come detto, lo Studio Legale de Lalla NON ha pubblicato la presente news a questo scopo ma con l’unico obiettivo di rendere pubblico l’atto di pirateria informatica di cui rimaneva vittima (in particolare, prima della denuncia effettuata presso la Polizia Postale di Milano, digitando su un motore di ricerca “Studio legale Graverini” compariva il sito di questo Studio Lergale del tutto estraneo alla vicenda).

Inserito in Crimini informatici o telematici, topnews e taggato come , , , . Inserisci il link nei preferiti.

I commenti sono chiusi.